Parigi a costo zero: consigli per visitare la capitale gratis

20 giugno 2012

parigi_tour_eifell

Per anni Parigi è stata una delle mete più poetiche preferite dagli amanti di tutto il mondo in cerca di romanticismo, un luogo magico che la letteratura ci ha insegnato a conoscere e amare, un luogo per sognare ad occhi aperti, una destinazione indimenticabile che però, purtroppo, sempre più frequentemente non si adatta più alle possibilità economiche dei visitatori. In realtà questo è un luogo comune facile da sfatare se si pensa che con un po’ di accortezza è una delle poche tappe che possono essere percorse quasi a costo zero, se la si pianifica a regola d’arte e per tempo.

Se si decide di visitare la Ville Lumiere, magari in luna di miele o per conquistare e sorprendere il proprio partner si possono decidere anzitempo il percorso e le mete da visitare. Per esempio. in pochi sanno che ogni prima domenica del mese è possibile visitare i maggiori musei Parigini fra cui il Louvre in maniera gratuita dalle ore 9 alle 18.

Parigi a costo zero: consigli per visitare la capitale gratis

Ingresso gratis, lo stesso giorno, anche al Musée de l’Orangerie,  che vale una visita anche solo per ammirare la struttura della splendida stazione ferroviaria ottocentesca che lo ospita. Sempre la prima domenica del mese, ma solo dal 1° novembre al 31 marzo, è possibile entrare liberamente anche al Panthéon, il cui costo medio durante l’anno è di circa 8 euro, e nella splendida chiesa gotica di Sainte-Chapelle, che va visitata quando c’è luce, per godersi meglio lo spettacolo delle vetrate scintillanti. Potete anche ammirare Place de l’Étoile dall’alto, salendo sull’Arc de Triomphe fino ad arrivare sul campanile di Notre Dame aperto dal lunedi alla domenica, sempre gratis.

Molte delle maggiori attrattive della città possono essere visitate a costo zero anche in altri mesi dell’anno, senza l’uso dei mezzi pubblici: infatti,  non è da sottovalutare la possibilità di utilizzo delle biciclette, il bike sharing che è molto diffuso ed economico, visto che il noleggio costa 1,70 € al giorno, ma i primi 30 minuti sono gratuiti.

Parigi a costo zero: consigli per visitare la capitale gratis

Anche sulle visite guidate si può risparmiare: i Parigini, contrariamente a quanto sostenuto in questi anni, sono molto cordiali e orgogliosi delle loro meraviglie tanto da offrirsi gratuitamente spesso come ciceroni, organizzando passeggiate guidate per turisti, per partecipare alle quali è richiesto solo un contributo libero, che andrà a sostenere altre iniziative culturali. Fra le tappe ci sono anche la chiesa di Notre Dame, gli Champs-Élysées e Montmartre, dominato dalla basilica del Sacro Cuore.

Un’altra meta non sempre tenuta in considerazione è la visita ai cimiteri monumentali il cui ingresso è totalmente gratuito, a differenza di altre realtà Europee, fra essi merita una visita il Père Lachaise dove sono sepolti Oscar Wilde e Jim Morrison. Con il bel tempo, una passeggiata lungo la Senna, a piedi o in bicicletta, è d’obbligo. Molti piccoli musei sono sempre ad accesso gratuito. Tra di essi molto particolare è il Museo dei Profumi di Fragonard oltre al museo della Vie Romantique e quella di Balzac, chi è appassionato di letteratura troverà molto interessanti la casa di Victor Hugo.

Coloro che, invece, amano lo shopping sfrenato e la moda parigina, possono girovagare per le Galeries Lafayette, i grandi magazzini storici della città, dalla splendida architettura Art Noveau. Salendo al settimo piano il venerdì pomeriggio, si può assistere a una vera e propria sfilata di moda, senza spendere un centesimo.

Per quanto riguarda gli alberghi, nella periferia est di Parigi che comunque dista dal centro circa 3 chilometri, è possibile trovare delle ottime offerte sugli alberghi a tre stelle soprattutto nei mesi di bassa stagione.

Niente male, eh?