Vienna: guida ai ristoranti vegeteriani della capitale austriaca

Di il 20 agosto 2012

Vienna: guida ai ristoranti vegeteriani

Quando si pensa a Vienna e al cibo vengono subito in mente Torta Sacher e Wiener Schnitzel. Eppure la capitale austroungarica è in grado di soddisfare anche i palati più esigenti o che non desiderano cibarsi di carne. Sono così numerosi i ristoranti specializzati in cucina senza carne, che non solo preparano piatti vegetariani ma, nel farlo, si avvalgono di organici e ‘a chilometri zero’.

Uno di questi è il sofisticato Tian, al civico 16 di Seilerstätte 16, che con il motto di Experience Taste, offre ai propri ospiti ingredienti insoliti e sani. Anche il design del ristorante riflette la ‘scelta naturale’, con lampadari in legno di betulla e muschio, e le altre decorazioni spesso di colore verde. Il ristorante si sviluppa su due piani, e al bar-ristorante sio aggiungono anche un cocktail bar e un mercato da asporto, in cui è possibile acquistare gran parte delle prelibatezze cucinate.

Un altro ottimo ristorante è lo Yamm!, dove vengono serviti piatti vegetariani sia della tradizione mediterranea che asiatica, tutti di alta qualità, come si può intuire già dal pane e dai dolciumi fatti a mano. Nel buffet, apposite etichette indicano i piatti vegani, senza glutine e senza lattosio. In nome della sostenibilità e per assicurarsi che gli ospiti prendano dal buffet solo quello che possono mangiare, il cibo è pagato in base al peso. Più sotto un breve video di presentazione del locale e della sua cucina.

Terzo e ultimo ristorante vegetariano di cui ci occupiamo in questo post è l’Hollerei, situato nel 15° distretto, in Hollergasse, 9, un po’ distante dal centro della città, ma la cui cucina sicuramente vale una piccola deviazione dal proprio itinerario.

Vienna: guida ai ristoranti vegeteriani: Hollerei

I piatti sono quasi tutti di ispirazione mediterranea o asiatica e sono serviti in una confortevole atmosfera in stile pub. Nei mesi estivi è possibile anche cenare in un giardino incantevole dove, per fortuna, non manca l’ombra.

Insomma, come avrete capito, la capitale austriaca ha in serbo ristoranti in grado di soddisfare tutti i palati.

Storie: