Sud America tra immersioni e paesaggi spettacolari: mettiamo sotto la lente i Cenote (galleria)

4 ottobre 2012

Particolari e a dir poco spettacolari, i cenote sono un tipo di grotta con presenza di acqua dolce, che si trovano principalmente in Messico e in America Centrale, e il cui nome deriva dalla parola dz’onot, con cui i Maya chiamavano ogni luogo sotterraneo ove fosse presente dell’acqua.

Ma come si forma un cenote? Prendiamo ad esempio la zona più famosa, lo Yucatan: in pratica circa 200 milioni di anni fa tale penisola era completamente sommersa dall’acqua, che hanno contribuito al formarsi di rocce calcaree. Successivamente, la zona si è innalzata sul livello del mare e, durante l’ultima glaciazione, il livello dell’acqua è sceso addirittura circa 100 metri più in basso rispetto a quello attuale, per via della grossa quantità di ghiaccio presente. A questo punto, le piogge sono riuscite a “scavare” le rocce calcaree costruendo di fatto degli spettacoli naturali con una fitta rete di caverne e grotte. Soltanto alcune di quest’ultime hanno ‘retto’, mentre le altre sono collassate su se stesse creando appunto i cenote.

I cenote in alcuni casi sboccano nell’oceano e grazie al “mix” di acqua dolce e salata, si può osservare uno strato torbido che rappresenta l’aloclino. Questo fenomeno si può presentare molti chilometri nell’entroterra, generalmente ad una profondità di 20-30 metri.

I maggiori cenote presenti al mondo si trovano a Chichén Itzá in Messico, sicuramente un “must” se vi recate in questo splendido stato. Vi proponiamo quindi una galleria di immagini di questi posti incantevoli:

Infine vi proponiamo un video subacqueo di un cenote visto dall’interno: