Spagna: anche San Sebastian, dopo Barcellona, vuole abolire le corride

21 agosto 2012

Spagna: anche San Sebastian, dopo Barcellona, vuole abolire le corride

Pessime notizie per gli amanti (sempre meno, a dir la verità…) degli spettacoli di corrida de toros. Dopo Barcellona, infatti, anche la città di San Sebastiàn (Donostia in lingua basca) pare aver deciso di rinunciare agli spettacoli di tauromachia, una tradizione di lotta tra uomo molto antica, ma che da alcuni decenni gode di sempre minore popolarità in Spagna e nel mondo.

A dare le notizia di un probabile addio alle corride da parte della città basca è stato il suo stesso sindaco, che in una recente conferenza stampa ha dichiarato ai media:

Ad oggi non si contempla in assoluto alcun nuovo accordo con imprese taurine per la Semana Grande dell’anno prossimo.
La sofferenza di un animale non deve trasformarsi in spettacolo per il pubblico.

La Semana Grande, chiamata anche Aste Nagusia in basco, è una delle principali festività locali e cade nella settimana di Ferragosto, offrendo ai partecipanti la possibilità di vedere manifestazioni folcloristiche, sportive, danze, musica e canti, nonché un popolarissimo campionato di fuochi d’artificio, che si tiene tutti i giorni della settimana dalle 23:00.

Dall’anno prossimo, dunque, pare estremamente probabile, salvo ripensamenti, che anche a San Sebastiàn i tori… potranno tirare un sospiro di sollievo!

Storie: