Sharm el Sheikh: pazzo divertimento e mare da favola

23 settembre 2012

Sharm el Sheikh: pazzo divertimento e mare da favola

Sharm el Sheikh, località turistica egiziana molto famosa per il mare e i divertimenti, è una cittadina egiziana posta nella parte meridionale della penisola del Sinai e bagnata dal Mar Rosso.

Come ricordiamo, Sharm el Sheikh è costituita per la maggior parte da villaggi e residence turistici spesso dotati di servizi di animazione. Gli abitanti sono perlopiù persone provenienti da altri paesi dell’Egitto che vi risiedono per lavoro.

Grazie alla posizione geografica, Sharm gode di una lungo periodo estivo che, a parte per il calendario, consente anche in periodi pre-autunnali di fare il bagno e godere di un’atmosfera calda. Anche in questo periodo, non si scende al di sotto dei 28 gradi, e in inverno è difficile che si scenda sotto i 23 gradi. Il problema forse, per i più temerari, potrebbe essere la temperatura dell’acqua, cosa tuttavia risolvibile grazie a una muta.

A Sharm i turisti possono rilassarsi nelle numerose strutture proposte anche dai tour operator italiani, oppure possono provare l’ebbrezza delle escursioni nel deserto, la visita del monte Sinai (il famoso monte di Mosè), la visita del roveto ardente e altro ancora. Inoltre, grazie al vicino aeroporto, è possibile prenotare direttamente sul posto l’escursione alle Piramidi di Giza. Inoltre, nel quartiere di Naama Bay ospita la famosa barriera corallina, immergendosi vicino alla quale è possibile ammirare molte specie differenti di pesci.

A Sharm la vita notturna è molto movimentata, grazie ai molti locali e discoteche presenti, frequentate da numerosi turisti. Tra le più note figurano il Camel Bar, The Roof e il Pirate’s Pub per concludere con El Fanar e il Dolce Vita / Taj Mahal.

Non ci resta che darvi appuntamento in questa splendida località balneare, meta molto richiesta soprattutto in questo periodo dell’anno per i prezzi veramente accessibili. Si parte da circa 300/400 Euro a persona, prezzo che include il volo, i trasferimenti da e per l’aeroporto e ovviamente la sistemazione.

  • http://twitter.com/entrinseco Claudio Mariani

    ci sono stato a fine Agosto.
    Aggiungerei che Sharm fu costruita agli inizi degli anni 90 da italiani, infatti più della metà dei turisti sono italiani. Sono presenti anche molti russi. In’oltre c’è da aggiungere altri posti da visitare dove fare snorkeling, come il BluHole o Ras Mohamed. Consiglio di non andarci con i gruppi organizzati dai villaggi, che 60 persone con le pinne a vedere le stesse cose non è molto bello, ma andarci con i tour che sono esterni che trovate in giro per sharm o naama Bay che oltretutto si risparmia pure!!!
    Consiglierei di andarci il prima possibile, perchè purtroppo per colpa dei turisti tutta la barriera corallina sta morendo! ci sono centinaia e centinaia di barche che passano a meno di 100 metri dal Reef e scaricando il gasolio stanno uccidendo tutto, in oltre tanti turisti con le pinne si appoggiano ai coralli distruggendo tutto, oltre a staccare dei pezzetti per portarli con se. Il bello è che le guide turistiche non gli importa nulla di questo, io ci sono andato anche a discutere con loro!!! Che gli devo dire, peggio per loro, fra 10 anni non avranno più nulla, e il turismo diminuirà!!

    • http://twitter.com/fparri/ Fabio Parri

      Grazie mille per i preziosi suggerimenti Claudio :)