Gran Bretagna romana: Il Vallo di Adriano

23 agosto 2012

Gran Bretagna romana: il Vallo di Adriano

Non tutti lo sanno, eppure la Gran Bretagna, patria della cultura e della civiltà anglosassone, è stata per secoli soggetta al dominio dell’Impero Romano. Di tale periodo restano, ancora oggi, numerosi reperti visibili e visitabili più o meno facilmente.

Uno dei lasciti più ‘evidenti’ è sicuramente il Vallo di Adriano (in inglese Hadrian’s Wall). Noto ai tempi dei Romani con il nome di Vallum Aelium, il vallo fu fatto costruire nel II secolo d.C. dall’imperatore Adriano (Publius Aelius Traianus Hadrianus), allo scopo di segnare il confine tra la provincia romana occupata della Britannia e la Caledonia (l’attuale Scozia), dividendo in pratica l’isola in due parti.  Il vallo, termine che ha dato origine in inglese moderno al sostantivo wall (‘muro’), raggiunge i 4,5 metri di altezza ed è lungo quasi 130 chilometri, attraversando la Gran Bretagna da South Shields, ad est, a Ravenglass, ad ovest.

Al contrario di quello che molti possono pensare, il vallo non fu costruito solamente per tenere a freno le incursioni dei Pitti, ma piuttosto per controllare il flusso di beni e merci tra le due popolazioni.

Più sotto, due ottimi filmati informativi su questafortificazione, che rappresentò per secoli il confine più settentrionale dell’Impero Romano in Britannia nonché il confine più pesantemente fortificato dell’intero impero.